Nessun commento

Marketing automation per le campagne email

Marketing automation

Come ben sai, la marketing automation è uno degli strumenti di marketing più efficaci per automatizzare attività sia semplici che complesse, rendendo più facile la vita degli imprenditori e dei professionisti che la utilizzano.

L’automazione di alcuni aspetti della posta elettronica è un modo per sfruttare gli strumenti di marketing con cui attivare messaggi automatici dedicati a una persona in base a un’azione intrapresa o meno.

L’utilizzo di un software di automazione ti permetterà di sfruttare l’email marketing per rafforzare le relazioni con i tuoi clienti esistenti, creare connessioni con i nuovi e massimizzare il ROI che ottieni con le tue campagne.

Puoi inviare automaticamente i messaggi più pertinenti al pubblico giusto al momento giusto, invece di inviare manualmente ogni singola email ogni volta che vuoi contattare i tuoi clienti.

Implementare un software di marketing automation non implica che tu debba ignorare o dimenticare le best practice già conosciute per le campagne: al contrario, il tuo software dovrebbe supportarti nel rendere le conversazioni con i clienti il più autentiche possibile.

Software dedicati alla marketing automation per le tue campagne email possono portare enormi benefici, come creare contenuti personalizzati per i lettori, pianificare l’invio di email in base alle risposte o alle azioni dei clienti, mantenere con loro un contatto costante.

Inoltre, potrai migliorare la produttività del tuo team marketing riducendo il carico di lavoro e semplificando le task, oltre a rendere ancora più semplice ed efficace la gestione dei funnel.

Prima di iniziare a configurare i tuoi tool di automazione dell’email marketing, è fondamentale conoscere le cose da fare e quelle da non fare al fine di sviluppare una strategia concreta ed efficace.

Partiamo dalle 4 cose da non fare.

Non utilizzare i dati in modo improprio
Uno degli argomenti più discussi in una miriade di articoli, webinar e podcast è l’importanza dei dati e quanto questi siano cruciali per la marketing automation. Gli esperti di marketing dovrebbero sfruttare i dati per migliorare il percorso del cliente utilizzando le informazioni raccolte per determinare se ha aperto un’email, aderito a un’offerta, navigato nel sito o acquistato un prodotto consigliato.

Non inviare email generiche
Gli esperti di marketing utilizzano software di automazione per risparmiare tempo e semplificare il proprio lavoro. Questo perché, a volte, anche il miglior team può trascurare il punto di vista del cliente quando lancia un nuovo prodotto, educandolo su come utilizzarlo e, cosa più importante, informandolo su come acquistarlo e saperne di più.

Se i clienti ricevono email non chiare o palesemente indirizzate a qualcun altro, si potrebbero sentire poco considerati o perfino trascurati.
La personalizzazione è una delle tendenze più importanti nel 2022 e potrebbe essere determinante il grado di interazione dei clienti con te.

Non inviare email irrilevanti
Dato che tutti puntiamo a ottenere un livello di automazione ancora più alto, bisogna cercare di non trascurare gli interessi dei clienti. Ciò può essere dovuto all’interpretazione errata dei dati o alla scelta di inviare contenuti al segmento di utenti sbagliato, mandando comunicazioni non rilevanti per quel target di pubblico.
Cerca di non utilizzare la marketing automation solo sul funnel di vendita e per le fasi della vita del cliente; concentrati invece su ciò che interessa davvero alle persone.

Non dimenticare di inviare lettere di benvenuto ai tuoi nuovi clienti.
Quando un cliente entra in un negozio fisico riceve una calorosa accoglienza, e puoi ricreare questo effetto mandando ai nuovi iscritti alla tua lista una email di benvenuto. Le comunicazioni inviate subito dopo la registrazione possono aiutarti a far crescere la tua attività coltivando i lead.
Dopo una prima email introduttiva, puoi procedere alla pianificazione di altre campagne promozionali per mettere in evidenza un particolare prodotto o un’offerta speciale.

Vediamo invece ora le 4 cose da fare quando si parla di marketing automation per le tue campagne email.

Crea una strategia
La creazione di una strategia di email marketing dovrebbe sempre essere la prima cosa da fare nel momento in cui si inizia a utilizzare un tool di marketing automation.

Devi capire chi è il tuo cliente ideale, di cosa ha bisogno e quali problemi sta cercando di risolvere. Il tuo compito è aiutare i clienti a superare le difficoltà che incontrano fornendo loro una soluzione. Potrai modificare la tua strategia di marketing automation per testare delle variabili specifiche, ma ricordati che l’obiettivo finale deve sempre essere quello di soddisfare i tuoi clienti.

Analizza sempre i dati
Uno degli aspetti chiave della marketing automation è legato all’analisi dei dati. Monitora costantemente le tue campagne per cercare di capire se stanno davvero centrando gli obiettivi. Questa analisi ti permetterà di comprendere se i tuoi messaggi sono in linea con quello che vuoi comunicare ai clienti target, e il tutto ti aiuterà a far crescere la tua attività e ad aumentare le entrate.

Crea contenuti coerenti ed efficaci per il tuo target
Le prestazioni della tua campagna dipendono da quanto i tuoi contenuti siano buoni e coerenti per il tuo pubblico di riferimento. Ottimi contenuti aiutano ad attirare nuovi lead e miglioreranno la fidelizzazione dei clienti esistenti. È un fatto provato che, quando un marketer crea un’email davvero efficace, le persone non vedranno l’ora di riceverne altre!

Cercare di capire a fondo gli interessi, le domande e le obiezioni del tuo target di riferimento
Avere un flusso di lavoro automatizzato non significa bombardare i tuoi clienti con comunicazioni programmate. Una corretta strategia di gestione delle campagne, al contrario, dovrebbe evolversi per cercare di soddisfare le esigenze di chi compra da te.
Cerca di capire gli interessi del tuo pubblico di riferimento, quindi personalizza le tue campagne di conseguenza.

Tieni presente che una buona automazione dell’email marketing dovrebbe essere incentrata sulla soddisfazione dei desideri dei lettori. Ogni volta che spedisci un’email, fai in modo che agli occhi dei tuoi clienti sia al contempo utile e memorabile.

I marketer devono costantemente mettersi nei panni dei loro clienti e cercare di guardare le cose dalla loro prospettiva, così da poter creare una campagna incentrata su un argomento davvero pertinente.

Non è sufficiente acquistare un software di marketing automation e aspettarsi che sia subito efficace. Devi impostare i flussi di automazione delle tue campagne in modo che vengano attivati ​​da azioni specifiche, sia effettuate che non.

Vediamo alcuni esempi di automazione molto semplice che potresti implementare subito.

Come già anticipato, un’email di benvenuto è fondamentale, ed è un ottimo modo per iniziare una relazione con i nuovi iscritti alla tua lista. Cerca di non utilizzare questo primo contatto per scopi di marketing; usa questa mail invece per parlare di te, del tuo prodotto o servizio e di cosa ti differenzia. Analizza le informazioni raccolte dei lettori così da poter segmentare al meglio il tuo pubblico.

Un altro esempio di automazione riguarda l’abbandono dell’acquisto. I clienti a volte sono distratti e dimenticano di effettuare il pagamento, lasciando i loro articoli nel carrello. Le email di abbandono funzionano egregiamente per recuperare le vendite mancate.
Se il tuo cliente aggiunge un articolo al carrello e non lo acquista, il tuo software di marketing automation dovrà inviare un’email per ricordagli di completare l’acquisto.

Le email transazionali sono quelle più importanti da inviare. Ogni volta che il tuo cliente effettua un acquisto sul tuo sito web, devi inviargli subito un’email con la ricevuta della transazione e tutti i dettagli su quando e come dovrebbe ricevere l’articolo.

Un’altra email automatizzata divertente che puoi impostare è quella per festeggiare un compleanno o un anniversario. Ringrazia i tuoi iscritti per aver fatto parte della crescita della tua azienda, e premiali con un regalo o un’offerta speciale.

Oppure, dopo che un cliente ha comprato un prodotto o un servizio da te, inviagli un’email automatizzata per chiedere la recensione.

In termini di automazione della posta elettronica, alcuni professionisti dell’email marketing consigliano di inviare la prima email di benvenuto. Quindi, puoi iniziare a coltivare i lead basandoti sulla serie di email automatizzate in modo incrementale mentre esamini i nuovi dati sulle prestazioni.

Fai alcuni test e vedi cosa funziona per te e la tua azienda. È molto importante testare continuamente le novità, implementare nuove tipologie di email, studiare nuovi moduli e i dati relativi alle interazioni con i lettori. Tutto questo è fondamentale, perchè ti servirà nel momento in cui dovrai sfruttare le tue campagne per incentivare le persone all’acquisto.

Dovrai assicurarti, inoltre, che le tue comunicazione non finiscano nello spam, e grazie ai tool di marketing automation, questa procedura, una volta difficile, oggi sarà più che mai accessibile.

Per quanto sia complesso e dispendioso in termini di tempo l’email marketing, lo sviluppo di software di marketing automation dedicati ha aiutato notevolmente tutto il settore a elaborare soluzioni efficaci.

La marketing automation applicata alle tue campagne email risulterà molto efficace, e se sarai capace di creare contenuti davvero utili, personalizzati e proficui per i tuoi clienti, ti permetterà di aumentare le vendite.

Per sapere esattamente come strutturare il funnel per la tua azienda e automatizzare quegli aspetti che ancora scrivi a mano ogni giorno e che ti portano via tempo inutile, scopri ora Fantastic Funnel.

 

Potrebbero interessarti

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu